Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Alessandria Calcio

Alessandria Calcio: tanta sfortuna contro la Reggina, la gara termina 0-0

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – L’Alessandria Calcio non riesce a sfruttare la spinta del Moccagatta al completo e un’avversaria senza particolari esigenze di classifica nella Reggina per fare tre passi avanti nel campionato di Serie B, dovendosi invece accontentare di uno solo dopo uno 0-0 ricco di amarezza, tenendo conto dei tre legni presi dagli uomini di Moreno Longo. I quali non hanno avuto fortuna neppure negli altri risultati di giornata, con il pareggio della Spal col Brescia e le vittorie delle inseguitrici Cosenza e Vicenza. Il prossimo impegno dei Grigi è in programma sabato prossimo in trasferta sul campo del Parma.

La Reggina prende maggiormente l’iniziativa dopo il fischio d’inizio, trovando nei padroni di casa una compagine compatta in fase difensiva e reattiva nell’attivarsi in contropiede appena possibile. Non vengono create chissà quali occasioni pericolose da una parte e dall’altra del campo, anche se si stabilizza il forcing offensivo degli ospiti soprattutto sulla destra. L’Alessandria prova talvolta a uscire dalla propria metà campo, tentando in particolare il cambio di gioco sul lato debole e sognando il possibile 1-0 su un’incornata di Marconi al 15′ (traversa piena sugli sviluppi di un corner). La risposta dei calabresi a tale occasione è un tiro fuori misura di Rivas al 19′ senza eccessive pretese, la gara si esaurisce così in assenza di episodi significativi fino al botta e risposta di Marconi e Giraudo al 25′ (altro colpo di testa, stavolta parato, dell’attaccante grigio, rasoterra dal limite del giocatore amaranto immediatamente a seguire). Gli uomini di mister Longo scovano un’altra palla interessante da calcio da fermo al 27′, ancora una volta però a negare loro (e in particolare a Pierozzi) la gioia del gol è l’ennesimo legno preso nel match, un palo che salva la Reggina. La sfortuna che sembra funestare i Grigi sortisce l’effetto di stimolarli ad attaccare con maggiore intensità nel quarto d’ora prima dell’intervallo, anche se la compagine di Stellone non teme di rispondere con la stessa moneta in un paio di occasioni. L’ultima emozione del primo tempo porta la firma di Marconi, che ci prova da punizione diretta nei pressi dell’area (destro potente che manca per poco l’incrocio dei pali).

L’Alessandria riprende a spingere in uscita dagli spogliatoi, trovando una reazione eguale e opposta nella formazione avversaria col passare dei minuti. È in effetti la Reggina a farsi preferire per spirito di iniziativa andando avanti col match, mentre i Grigi sembrano patire un certo calo di energie, fisiche e nervose. Moreno Longo prova a metterci una pezza con i cambi, ricavando spunti interessanti dall’inserimento di Fabbrini. Ciò nonostante, Corazza e compagni faticano a sfondare il muro difensivo della Reggina, andando vicina solo una volta sempre su colpo di testa da piazzato (tentativo fuori misura di Di Gennaro al 27′). Quando sembrano poterci riuscire al 32′, ci si mette nuovamente un palo a dire di no all’Alessandria, in questo caso con Lunetta che lo prende in pieno con un piattone scoccato dopo un uno-due con Kolaj. La Reggina rischia di giocare un brutto scherzo con Tumminello che manca di poco la porta in scivolata al 46′, l’ultimo episodio ad animare il match prima del triplice fischio finale.

Foto: Ufficio Stampa Alessandria Calcio

ALESSANDRIA-REGGINA 0-0

ALESSANDRIA (3-4-1-2): Pisseri; Di Gennaro, Prestia, Parodi (38′ st Coccolo); Pierozzi (24′ st Mustacchio), Ba (16′ st Casarini), Milanese, Lunetta; Palombi (16′ st Fabbrini); Marconi (24′ st Kolaj), Corazza. A disp. Cerofolini, Benedetti, Ariaudo, Mantovani, Barillà, Gori, Chiarello. All. Longo

REGGINA (3-5-2): Micai; Adjapong, Cionek, Stavropoulos; Giraudo (40′ st Loiacono), Ejjaki, Crisetig, Kupisz, Rivas (40′ st Tumminello); Folorunsho (20′ st Cortinovis), Menez (25′ st Bellomo). A disp. Paura, Franco, Turati, Montalto, Galabinov, Denis. All. Stellone

ARBITRO: Gariglio di Pinerolo

ASSISTENTI: Marchi e Avalos, quarto uomo Calzavara, VAR Prontera, AVAR Lombardi

NOTE: Ammoniti Folorunsho, Ejjaki, Ba e Kupisz. Angoli: 5-3 Reggina. Recupero: pt 1′, st 4′.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X