Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Alessandria Calcio

Alessandria Calcio, sgambetto casalingo per mano del Parma

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – Il Parma di Gianluigi Buffon lascia il Moccagatta con una vittoria esterna (2-0) che le mancava da tempo in Serie B, a discapito di un Alessandria Calcio pericoloso a brevi folate e trafitto su alcune disattenzioni difensive. I Grigi di Moreno Longo torneranno in azione a Santo Stefano per la trasferta sul campo del L.R. Vicenza.

La gara procede inizialmente con squadre molto compatte in pochi metri a centrocampo e reattive nei numerosi duelli individuali, con scarsa ricerca della verticalità in fase offensiva. Il Parma non tenta l’affondo con i vaghi lanci lunghi scoccati e non cerca con frequenza “El Mudo” Vazquez, neppure l’Alessandria spinge all’impazzata seppur cominci ad alzare stabilmente il proprio baricentro col passare dei minuti. Prova a imitarla e alla distanza ci riesce anche la compagine emiliana, che al 17′ impegna Pisseri con un cross tagliato dalla destra di Rispoli, trasformato in un batti e ribatti in area piccola neutralizzato in due tempi dal portiere grigio. La squadra di Longo tenta di rispondere a questa unica chance puntando su diverse iniziative sviluppate sull’out di sinistra, il pubblico rumoreggia per un contatto tra Ba e Vazquez in area di rigore ma Manganiello e Var non hanno dubbi sull’assenza degli estremi per un penalty. Così come non ne ha l’assistente arbitrale sul netto fuorigioco che annulla la rete di Inglese al 26′, scossone al match che viene seguito al 29′ dalla conclusione centrale di Milanese deviata con i pugni da Buffon. Il quarto d’ora prima dell’intervallo vivacizza notevolmente il match e contribuisce a sbloccare il risultato alla mezz’ora con Vazquez, lesto a ribadire in rete il rasoterra di Benedyczak precedentemente respinto da Pisseri. La reazione dell’Alessandria c’è a svantaggio subito ma è poco efficace per far correre seri rischi alla retroguardia ospite, a eccezione di un tiro angolato di Parodi al 38′, il Parma ringrazia per questo e per l’errore di Pisseri al 42′, che passa la palla a Inglese invece che a Di Gennaro e agevola così il facile raddoppio parmense a firma di Benedyczak.

Per impostare la difficile rimonta che lo aspetta per rimediare ai primi 45′, mister Longo decide di cambiare tutto il tridente offensivo in avvio di ripresa, schierando pure il rientrante Marconi. La mossa non ripaga nell’immediato, con il Parma che non si affanna molto nel gestire il doppio vantaggio a proprio favore. Solo Pierozzi prova con maggiore insistenza a creare problemi agli ospiti con incursioni sul mezzo spazio di destra, non a caso l’unica conclusione locale a ripresa avviata parte dai suoi piedi al 13′ (palla sopra la traversa). Dopo quest’episodio però l’Alessandria sembra poter mantenere un certo forcing offensivo nella trequarti avversaria. C’è l’impegno, c’è la spinta propulsiva sulle fasce ma non c’è ancora il guizzo decisivo per incunearsi nel blocco basso del Parma, che al 21′ si fa rivedere in avanti col tiro di Bonny, deviato in corner da Pisseri. I Grigi ci vanno sempre più vicini col passare dei minuti, riuscendo finalmente a servire Marconi per concludere a tu per tu con Buffon al 29′ (azione cancellata dalla segnalazione di fuorigioco) e soprattutto al 30′ (cross al bacio dalla destra di Mustacchio, l’attaccante sfodera l’incornata ma l’ex portiere della Nazionale si supera mettendoci una mano provvidenziale). Tuttavia il gol che riapre i giochi non accenna ad arrivare ancora, anzi, è il Parma ad andare a un passo dal chiuderli al 43′ (tentativo da fuori area di controbalzo di Brunetta, di poco fuori misura). Kolaj tenta la carta della magia personale (bello slalom con 3 giocatori avversari dribblati nei pressi del vertice dell’area) un minuto dopo, ma la sua botta vola sopra la traversa. Lo stesso destino viene riservato agli emiliani Bonny qualche secondo dopo e Rispoli nel vivo dei minuti di recupero.

Foto: Ufficio Stampa Alessandria Calcio

ALESSANDRIA-PARMA 0-2

MARCATORI: pt 31′ Vazquez, 42′ Benedyczak

ALESSANDRIA (3-4-2-1): Pisseri; Prestia (23′ st Mantovani), Di Gennaro, Parodi; Pierozzi, Ba, Milanese, Beghetto (23′ st Mustacchio); Arrighini (1′ st Casarini), Chiarello (1′ st Kolaj); Corazza (1′ st Marconi). A disp. Crisanto, Russo, Bruccini, Palombi. All. Longo

PARMA (3-4-1-2): Buffon; Cobbaut, Danilo, Osorio; Del Prato, Schiattarella (33′ st Brunetta), Sohm (33′ st Juric), Rispoli; Vazquez; Inglese, Benedyczak (10′ st Bonny). A disp. Colombi, Busi, Circati, Zagaritis, Camara, Correia, Tutino, Man, Iacoponi. All. Carillo (sostituisce lo squalificato Iachini)

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

ASSISTENTI: Vono e Fontemurato, quarto uomo Giaccaglia, VAR Nasca, AVAR Bercigli.

NOTE: Ammoniti Beghetto e Di Gennaro. Angoli: 5-3 Parma Recupero: pt 1′, st 5′.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X