Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Alessandria

Trasporti e movimento merci, Fondazione Slala: bilancio 2021 e obiettivi 2022

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – Slala sta per Sistema logistico del nord ovest d’Italia ed è il nome di una fondazione che dal 2019 si occupa di mobilità delle persone e della formazione in particolare nel Nord-Ovest dell’Italia, con riferimento alle aree comprese nel territorio del Basso Piemonte, collegato con i porti liguri e le aree a questi connesse.

Durante l’anno si è consolidato il rapporto con le scuole cui Slala ha messo a disposizione esperti e consulenti per incontri su formazione e logistica 4.0 in occasione di incontri promossi da istituti superiori di Alessandria e Asti.

L’iniziativa più significativa del 2021 della Fondazione è stata la mostra “Una rotaia lunga 170 anni”, ospitata ad Asti a Palazzo Mazzetti, organizzata nell’ambito di un progetto triennale che prevede una serie di appuntamenti espositivi da realizzare entro il 2023 nelle principali città sulla linea ferroviaria Torino-Genova.

Il Presidente di Slala, Cesare Rossi, ha così sintetizzato l’anno prossimo a concludersi: “Il 2021 è stato un anno importante per le collaborazioni strategiche. In particolare ho piacere di menzionare il For.Al (Consorzio per la formazione professionale nell’Alessandrino) e Alexala (Agenzia di accoglienza e promozione turistica) e la Fondazione Links di Torino.

In particolare Slala, insieme a Links che vuol dire Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino, si impegnerà ad avviare un percorso strutturato di collaborazione volto a mettere reciprocamente a disposizione le rispettive competenze e conoscenze con l’obiettivo di accrescere i livelli di competitività del territorio alessandrino”.

Tra gli obiettivi del 2022 invece possiamo ricordare:
– il progetto per la realizzazione del casello autostradale di Predosa;
– lo studio di fattibilità sul sistema stradale e ferroviario relativo alle infrastrutture legate all’intermodalità e alla retroportualità sul corridoio Alessandria–Acqui/Ovada–Savona/Genova;
– progettazione per i possibili esercizi e la connessione del corridoio Alessandria–Valenza–Casale all’area metropolitana milanese, nell’ambito del previsto raddoppio ferroviario della Albairate-Mortara;
– elaborazione della documentazione della Provincia del Verbano Cusio Ossola per la successiva presentazione dell’istanza al Ministero delle Infrastrutture per il progetto del corridoio Vco-Alessandria-Genova/Savona;
– progettualità della dorsale Torino-Asti-Alessandria-Milano.

Numerosissime le domande di ammissione alla compagine sociale. Sono entrati ufficialmente il Comune di Valenza, il Comune di Ricaldone, l’Università del Piemonte Orientale; la Federazione Italiana Autotrasportatori Professionali, l’Unione Industriali della provincia di Savona, Auta Marocchi, Società Trasporti Pubblici.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X